Letture Festa della Donna

Letture Festa della Donna

Libri per bambini su donne e figure femminili speciali

Domani, 8 marzo, come ogni anno si festeggia la Festa della Donna. O è forse meglio dire “si festeggerebbe”, perché (è un’impressione solo nostra?) negli ultimi anni questa ricorrenza sembra aver perso un po’ del suo significato, relegata quasi solo a giorno di “libera uscita” e “serata al femminile”. Figuriamoci…non siamo bacchettoni, ci vuole anche quello, ma ci piacerebbe che Festa della Donna rimanesse soprattutto l’occasione per ricordare le conquiste politiche, sociali ed economiche delle donne e per parlare delle discriminazioni e della necessità di non fermare questo cammino di indipendenza e affermazione in ogni campo.

La letteratura per l’infanzia è ricchissima di figure femminili, non c’è che dire, ma tra tutte le letture oggi ve ne consigliamo alcune in cui le protagoniste sono bambine e ragazze che se la sanno cavare da sole, che mettono in campo la loro intelligenza e abilità, oppure che, pur non rappresentando la classica figura femminile dolce carina e indifesa, meritano comunque di essere scritte e raccontate.

Cattive ragazze, di Assia Petricelli e Sergio Riccardi, Sinnos

sinnos-cattive-ragazze-9788876092497Iniziamo subito con una graphic novel che ha nientepopodimenoche vinto il Premio ANDERSEN 2014 come “Miglior libro per ragazzi a fumetti”. In un formato moderno troverete 15 biografie di donne straordinarie e fuori dagli schemi: Olympe De Gouges, drammaturga francese che nell’800 si è battuta per l’uguaglianza politica e sociale tra uomo e donna, e contro la schiavitù; Nellie Bly, una delle prime giornaliste investigative, una donna coraggiosa a cui si deve il genere del giornalismo sotto copertura (affrontò le orribili condizioni che subivano le pazienti in un ospedale psichiatrico per scriverne) e che partì come reporter per uno strepitoso viaggio intorno al mondo sulle orme di Jules Verne; Elvira Coda Notari, prima regista italiana donna; Nawal El Saadawi, coraggiosa militante egiziana per i diritti delle donne dell’Islam e del mondo, che ha lottato in particolare contro la pratica della mutilazione genitale femminile; Antonia Masanello, garibaldina che si arruolò sotto mentite spoglie e partecipò fingendosi un uomo alla campagna di liberazione della nostra penisola contro l’esercito delle Due Sicilie; Marie Curie, premio Nobel per la Fisica e per la Chimica; Aleksandra Kollontaj, rivoluzionaria russa che è stata anche la prima donna nella storia a ricoprire il ruolo di ministro e ambasciatrice; Alfonsina Morini Strada, pioniera del ciclismo femminile, disputò nel 1924 il Giro d’Italia classificandosi trentesima davanti a diversi altri partecipanti e vinse numerose gare ciclistiche, anche contro uomini; Angela Davis, leader del movimento afroamericano e del partito comunista statunitense, che affrontò ingiustamente il carcere, ma continuò il percorso di militanza mettendo in luce le origini sociali e razziali della detenzione di milioni di afroamericani negli istituti penitenziari statunitensi; Claude Cahun, artista, fotografa e scrittrice francese, esponente del surrealismo e militante nella Resistenza francese; Domitila Barrios De Chungara, che ha lottato a lungo per i diritti delle lavoratrici in Bolivia; Franca Viola, la prima donna italiana a rifiutare il matrimonio riparatore; Miriam Makeba, “Mama Afrika”, cantante sudafricana nota per il suo impegno politico contro il regime dell’apartheid; Hedy Lamarr, bellissima attrice statunitense di origini austriache che collaborò alla lotta contro il nazismo anche come inventrice, insieme al compositore George Antheil, di un sistema di guida a distanza per siluri; Onorina Brambilla, partigiana e sindacalista italiana.
Un mondo di scrittrici, scienziate, militanti, studiose, cantanti, artiste che hanno dimostrato grande coraggio e lottato con forza e determinazione per la loro autonomia e non solo: per la libertà di tutti, uomini inclusi.
Lo consigliamo ai grandi e ai piccoli, dagli 8 anni in su, grazie alla font “Leggimi Graphic” pensata anche per chi ha problemi di dislessia o difficoltà di lettura.

La principessa e il drago, di Robert Munsch, illustrazioni di Michael Martchenko, EDT Giralangolo

Che dire di quest’albo, se non che il suo finale ci ha fatto ridere a più non posso? In questo libro, è tutto capovolto: è il principe ad essere rapito da un drago molto cattivo e un po’ troppo pieno di se’, ed è la principessa a lottare con intelligenza e astuzia contro il mostro, per liberare il giovanotto, che, a quanto pare, non merita proprio di essere salvato.
L’albo fa parte della collana Sottosopra, che EDT ha progettato contro gli stereotipi di genere, e il contrasto con le illustrazioni di stampo classico sottolinea ancora di più l’originalità della storia. Dai 3 anni in su.

Pippi Calzelunghe, di Astrid Lindgren, illustrato da Lauren Child, Nord Sud

nord-sud-pippi-calzelunghe-9788865262078Se pensiamo ad una figura femminile libera, forte, decisa, determinata, capace di badare a sé stessa e di non farsi mettere i piedi in testa da nessuno, e allo stesso tempo allegra, generosa e impegnata per i più deboli…non può non venirvi in mente Pippilotta batti l’occhio Viktualia Rullgardina Succiamenta Efraisilla Calzelunghe! La storia sicuramente la conoscete, se però non l’avete letta o la volete riscoprire vi consigliamo l’edizione della casa editrice Nord Sud con le originali illustrazioni “a collage” di Lauren Child.

Matilde, di Roald Dahl, illustrazioni di Quentin Blake, Salani

salani-matilda-9788862560276Anche Matilde è conosciuta ai più, nella simpatica versione cinematografica diretta da Danny De Vito. Ma noi vi invitiamo (se potessimo vi obbligheremmo!) a leggere l’originale romanzo di Roald Dahl, autore straordinario del quale oltretutto proprio quest’anno si festeggia il centenario dalla nascita: grazie allo stile diretto e all’ironia di Dahl accompagnati dalle illustrazioni di Blake, i vostri bimbi passeranno ore di divertimento puro e si affezioneranno a questa una bimba speciale, che sa mettere a frutto l’intelligenza e il coraggio per difendersi dalla stupidità e dall’ignoranza degli adulti che la circondano, primi fra tutti i suoi genitori. Dagli 8 anni in su.

Principesse (dimenticate o sconosciute) di Philippe Lechermeier, illustrato da Rébecca Dautremer, Rizzoli

9788817026543-principesse-rizzoliPer disintossicarsi un po’ dalle principesse di disneiana memoria (belle, eleganti, perfette e…color confetto) vi consigliamo questo albo dalle illustrazioni ricche e “sontuose” di Rébecca Dautremer. Un libro davvero particolare, che oltre a raccontare figure di principesse conosciute ci propone anche una carrellata di figure femminili regali insolite, stravaganti e poetiche: principesse dimenticate (conoscete Manola di Grimaldella, Bellabarba, Capricciosa, Sprofondino?), ma che avrebbero meritato anche loro un posto speciale, perché ognuna ha un dono e una sua particolarità. Questo libro rende loro giustizia, ce le fa conoscere nelle loro abitudini, nel modo di viaggiare e di trascorrere il tempo. Dai 5 anni.

Pioggia di primavera, di Paolina Baruchello, illustrato da Andrea Rivola, Sinnos

sinnos-pioggia-primavera-9788876092909Di questa graphic novel avevamo già parlato nella nostra personale classifica dei 30 migliori libri per bambini e ragazzi del 2015. Anche qui troviamo due figure di donne coraggiose e determinate: la monaca guerriera Shu Mei e la giovane Chun Yu. Quando il prepotente figlio del boss del quartiere decide che sarà la sua sposa sembra che Chun Yu non abbia via di scampo. Ma una strada, anche se non è facile, c’è: imparare a difendersi, grazie al Kung Fu. Shu Mei dimostrerà che anche un’esile ragazzina può essere una guerriera. Dai 7 anni.

Eugenia l’ingegnosa, di Anne Wilsdorf, Sinnos

sinnos-eugenia-ingegnosa-9788876093166Ne ne abbiamo parlato appena un post fa, ma non potevamo non citare di nuovo una delle novità della Sinnos, anche perché questo libro illustrato fa parte proprio di un progetto nato in collaborazione con la Società Svizzera di Architetti e Ingegneri per promuovere la diversità e le pari opportunità tra uomini e donne nelle professioni tecniche. Vi rimandiamo alla recensione qui.

Nina e i diritti delle donne, di Cecilia D’Elia, illustrazioni di Rachele Lo Piano, Sinnos

sinnos-nina-diritti-donne-9788876092046Sempre la Sinnos ci ha regalato questo bel testo che è stato tra i vincitori del Premio Elsa Morante Ragazzi nel 2012 e da cui è stato tratto anche uno spettacolo teatrale.
Di tutti i libri che vi abbiamo consigliato in questa pagina è sicuramente quello che parla delle donne e dei loro diritti in maniera più diretta ed esplicita. Dalla constatazione che tutti in famiglia portano il cognome del papà parte il racconto della mamma di Nina, affiorano alla memoria i ricordi della nonna e della bisnonna, in un flusso di memoria che ripercorre gli anni di discriminazioni, di lotte, di affermazioni e di conquiste, con la consapevolezza che il cammino è ben lontano dall’essere concluso. Dagli 8 anni.

Phone: 08563655
Fax:
Pescara, PE 65125 IT
Via Ferdinando D'Avalos 121/1